Archive for the ‘Politica’ Category

h1

L’Iran e la nuova minaccia: Photoshop

luglio 11, 2008
Il governo iraniano ha capito che uno stato potente deve sempre sperimentare armi nuove
Per questo, oltre ai missili, ha deciso di testare anche una pericolosa arma di distruzione di massa, che ancora non è stata contestata dagli americani: Photoshop.
Foto originale:

Foto taroccata diffusa dal governo iraniano:

Maggiori dettagli nel sito che ha scoperto la gabola che era sfuggita pure al New York Times
h1

Il papa è felice

giugno 2, 2008


L’Europa e le associazioni per la tutela dei diritti umani si dicono preoccupate, Benedetto XVI dice: “Provo gioia per il nuovo clima politico” (La Repubblica)

h1

Europei Svizzera/Austria: pronte anche le prigioni

maggio 26, 2008

La precisione svizzera ha indotto all’allestimento di nuove prigioni temporanee per chi creerà disordine durante gli europei di calcio.


C’è chi giura di aver sentito Bossi proporre la stessa cosa per i Rom in Italia, con le gabbie all’aperto.
h1

Lo facciamo santo?

maggio 22, 2008


“Se elimina immondizia e criminali, Berlusconi Santo Subito!”

Sono d’accordo con chi ha affisso questi manifesti, se riuscisse nell’impresa sarebbe da farlo santo.
Però tra i criminali c’è lui stesso, quindi prima di finire l’impresa dovrebbe farsi arrestare o uccidersi.

Silvio, facci sto favore dai, elimina i criminali, che poi ti facciamo Santo Subito.
h1

Ronaldinho, il Milan e il furbo Berlusconi

maggio 6, 2008

 (Tieniti sempre informato con notizie chiare e immediate, leggi assolutamente NOTIZIE SPICCE !)

PERIODO DELLA CAMPAGNA ELETTORALE: Milano, 5 Aprile 2008: Per il brasiliano del Barcellona c’è l’offerta di Galliani. Ancelotti avalla l’operazione: “E’ un grande giocatore”. Berlusconi: “Tenteremo di prenderlo” 

 

CAMPAGNA ELETTORALE FINITA: Milano, 5 Maggio 2008: Berlusconi: “Ronaldinho? Non ci serve”

h1

Redditi online blindati definitivamente

maggio 6, 2008

 

L’autorità garante per la privacy ha definito illegittima la scelta di pubblicare i redditi degli italiani online.
Decisione che io non condivido assolutamente come già mi ero espresso in precedenza qua.
 
E così tutti quelli che fanno i furbetti e vogliono nascondere qualcosa si sentiranno di nuovo protetti.
E così quelli che vedevano i redditi online come un pericolo perchè potrebbero essere usati da rapitori si sentiranno più tranquilli. Perchè tanto i rapitori non sanno chi sono i ricchi e potenti delle varie città da prendere di mira… no…
E così quelli che temevano furti in casa per colpa dei redditi online ora pensano di avere i gioielli al sicuro… perchè tanto un ladro non ha altri accorgimenti per vedere se uno è benestante o no… no…
 
E per tutti quelli che non lo sapessero: è gia da vari anni che i redditi di tutti sono consultabili su carta presso le Agenzie delle entrate…
h1

La cultura della violenza

maggio 5, 2008

Quello di Verona è solo uno degli ultimi esempi: un giovane colpito fino alla morte da 5 nazisti con la scusa di una sigaretta negata.

Sono sempre di più i giovani che seguono la strada della violenza, buona parte di questi sono estremisti di destra, che seguono per scelta uno stile di vita basato sull’uso della forza e della violenza per prevalere sugli altri, ma è da sottolineare che troviamo stessi comportamenti anche in tanti estremisti di sinistra. In ogni caso sono proprio il fascismo e il nazismo che fondarono i propri principi sugli ideali sopracitati.

Un esempio eclatante della formazione di queste persone è lo stadio: qui, addirittura, le idee politiche spesso si alleano anche se opposte pur di aiutarsi nello scontro violento con altre tifoserie.

Il titolo dell’ articolo ‘La cultura della violenza’ assume anche un lato ironico in quanto gran parte dei ragazzi che imboccano questa strada è caratterizzata da un’assenza di cultura: spesso è gente che s’è fermata alle scuole medie e non ha proseguito gli studi o gente che ha sempre vissuto in ambiti in cui la cultura era completamente assente (può dipendere dalla famiglia, dal quartiere in cui si vive, dalla gente che si frequenta etc.).

La cosa preoccupante, oltre alla diffusione di questo stile di comportamento, è che vengono sempre meno condannati dall’opinione pubblica e dai politici, una su tutti la misera Santanchè che in più di un’occasione ha giustificato e ammirato le gesta violente di giovani estremisti (ad esempio quelli della Fiamma Tricolore).

Ci sono alcune città in cui fascistelli (che possono avere 15 come anche 25 anni) si impongono e fanno i bulletti con gli altri ragazzi, magari cercando spesso l’occasione giusta per provocare una rissa. Se sapete chi sono denunciate i loro comportamenti su internet (sul sito del vostro comune o contattando i vari addetti dei comuni tramite posta elettronica) o segnalateli alle autorità della vostra città,:a mandare una email o una lettera ci vuole davvero poco e non rischiate nulla. Non lasciamo che gente così possa agire liberamente.